Privati Imprese

Bonus Facciate: cosa resta della detrazioneal 90%

Preventivo bonus facciate

Con Ristrutturazioni.com® puoi confrontare in tutta Italia 3 preventivi gratuiti delle migliori ditte della tua zona.

bonus facciateDevi rifare la facciata? Grazie al bonus messo a disposizione dal Governo puoi ottenere una detrazione pari al 90% del costo totale dei lavori.

Valutazione utenti: 11
Pubblicato il 24-11-2023 da Redazione

Tabella dei contenuti

    Bonus facciate definitivamente abolito: non ci sono buone notizie per chi ha intenzione di affrontare una tinteggiatura esterna o un intervento strutturale più consistente relativo per esempio a balconi e terrazzi.

    Il cosiddetto Bonus Facciata, stabilito dalla Legge di Bilancio 2020, per il rifacimento delle facciate per il quale era prevista una riduzione Irpef del 90% nel 2020-21 e del 60% nel 2022, non è stato confermato per le annualità successive.

    Per capire quali sono, invece, le agevolazioni in vigore attualmente puoi consultare la nostra pagine dedicata alle detrazioni sulle ristrutturazioni.

    Ti sembrerà di trovare una buona opportunità ti invitiamo poi a inviarci una richiesta di preventivo per trovare subito l'impresa in grado di garantire il miglior rapporto qualità prezzo. 

     

    Di seguito facciamo una sintesi di ciò che è stato il Bonus Facciate, delle caratteristiche, delle spese ammissibili e dei tetti di spesa. Il tetto di spesa, contrariamente a quanto vociferato nei mesi passati (192mila euro), è illimitato.

    Bonus facciate: che cos'è e come funziona?

    Benché si chiami bonus facciata 2020 era possibile usufruire di questa agevolazione per tutti i lavori effettuati nel corso degli anni dal 2019 al 2022.

    La restituzione del 90% dell'importo speso avviene, in fase di dichiarazione dei redditi, in 10 rate annuali di pari importo.

    La manovra bonus facciate prevede che siano rimborsabili i lavori di manutenzione ordinaria, come la semplice tinteggiatura (anche se non si cambia colore), sia di una casa privata che di un condominio, oppure interventi più invasivi per esempio di consolidamento, riparazione delle crepe nei muri, isolamento o la sistemazione di terrazzi e balconi.

    E ancora, sono compresi anche interventi meno invasivi quali impiantistica, grondaie, pluviali, parapetti, cornicioni e mera pulizia della facciata.

    L'Agenzia delle Entrate nelle ultime linee guida ha inoltre chiarito come la formula della cessione del credito/sconto in fattura prevista per gli ecobonus non sia più possibile. 

    Il bonus rifacimento facciata 2020, tuttavia, prevedeva alcune limitazioni, introdotte alla Legge dopo il passaggio al Senato, in relazione al luogo in cui si trova l'immobile.

    La detrazione non sarà ammessa, infatti, in aree a bassa intensità di urbanizzazione come campagne o località periferiche scarsamente popolate.

    Dal punto di vista urbanistico, in sostanza, l'immobile deve ricadere nelle aree cosiddette di zona omogenea A o B.

    Sono esclusi, quindi, gli edifici in zona C ovvero nuovi complessi insediativi a bassa densità di urbanizzazione.

    La buona notizia è che il bonus potrà essere cumulato con altre misure di risparmio energetico.

    Per sintetizzare ecco un elenco di interventi ammessi nel bonus fiscale facciate:

    Ma non solo, sono detraibili anche perizie, sopralluoghi, progetti o ponteggi necessari per effettuare i suddetti interventi.

    Le migliorie termiche (vedi per esempio il cappotto termico), invece, rientrano nel bonus facciate solo se interessano oltre il 10% dell'intonaco della superficie disperdente lorda complessiva dell'edificio.

    Cosa non è ammesso nel bonus facciate ristrutturazioni?

    • Cavi, allacci satellitari, antenne
    • Infissi

    Il testo completo della legge

    La guida è stata esauriente ma vuoi informazioni più precise? 

    Scarica il testo completo della legge che regola il bonus facciate.

    Come faccio a sapere se mi spetta il bonus?

    Inviando una richiesta di preventivo per ristrutturare casa, le ditte che collaborano con Ristrutturazioni.com saranno in grado di dirti se potrai oppure no usufruire di tali agevolazioni.

    In alternativa puoi chiedere una consulenza al tuo commercialista che, conoscendo la normativa Irpef, saprà spiegarti anche se hai diritto al bonus facciate per ristrutturare gli esterni di case e condomini.

    In linea di massima ecco i requisiti per poter accedere il bonus:

    Bonus facciate requisiti

    • Aver effettuato i lavori nel 2019 2020
    • Le spese devono essere documentate
    • Edificio ubicano in zona urbanistica A o B

    Per valutare i requisiti si prende in considerazione il criterio di cassa ovvero la data dell'effettivo pagamento, indipendentemente dalla data di avvio dei lavori.

    Se, per esempio, la facciata è stata effettuata nel 2019 ma il pagamento è previsto per il 2020 si potrà comunque sfruttare il bonus.

    Bonus rifacimento facciata: i soggetti beneficiari

    Anche questo aspetto è regolato dall'ultima circolare dell'Agenzia delle Entrate che ha specificato quanto segue:

    I soggetti beneficiari devono possedere o detenere l’immobile oggetto dell’intervento in qualità di proprietario, nudo proprietario o di titolare di altro diritto reale di godimento (usufrutto, uso, abitazione o superficie) oppure detenere l’immobile in base a un contratto di locazione, anche finanziaria, o di comodato, regolarmente registrato, ed essere in possesso del consenso all’esecuzione dei lavori da parte del proprietario.

    Questo articolo ti è stato utile?

    Articoli correlati