Ecobonus infissi 2018, operaio al lavoro per cambiare finestra grazie alle agevolazioniCon l'Ecobonus Infissi puoi risparmiare nell'acquisto di finestre e migliorare l'isolamento termico della casa.

Ecobonus Infissi e Serramenti: come accedere alle detrazioni


Utenti che ritengono che questo articolo sia utile: 0Pubblicato il 18-06-2018 da la-redazione

Tabella dei contenuti

    L'Ecobonus infissi è un'opportunità particolarmente vantaggiosa per chi ha intenzione di cambiare porte e finestre.

    Lo è sicuramente fino al 31 dicembre 2018, data entro la quale è possibile richiedere un'agevolazione del 50% fino a un massimo di 96mila euro. Salvo proroghe o novità rilevanti da parte del governo, dal 1 gennaio 2019 lo sconto fiscale tornerà ad essere del 36% fino a un tetto di 48mila euro.

    Al proposito l'Enea, l'Agenzia nazionale per l'efficienza energetica, ha stilato un VADEMECUM (ultimo aggiornamento risalente al 17/04/2018) molto preciso e puntuale che vale la pena consultare prima di acquistare nuovi serramenti o di dare il via alla ristrutturazione degli infissi

    Ecobonus infissi: opportunità anche per i condomini

    Ecobonus infissi condominio 2018: operaio cambia finestra la primo pianoL'Ecobonus infissi 2018 prevede opportunità interessanti anche per i condomini con un massimo di 8 appartamenti

    Per chi ha intenzione di accedere all'Ecobonus infissi è inoltre fondamentale sapere che, in questo campo, le opportunità sono due ma l'una esclude l'altra.

    Optando per infissi a taglio termico si possono infatti sfruttare le agevolazioni per interventi finalizzati al risparmio energetico della casa o del condominio che raggiungono la notevole cifra del 65%. In tal caso, però, non si potrà accedere alla detrazione per il recupero del patrimonio edilizio che, come accennato, è del 50%.

    Il bonus infissi, inoltre, è valido non solo per i proprietari di residenze autonome ma anche per i condomini e per le parti comuni ai vari appartamenti inseriti in un unico edificio. In questo caso è necessario fare una distinzione tra finestre di sezioni che servono più residenze e finestre di singole unità abitative.

    “Per gli interventi effettuati sulle parti comuni degli edifici residenziali – specifica la Guida dell'Agenzia delle Entrate - le detrazioni spettano a ogni singolo condomino in base alla quota millesimale di proprietà o dei diversi criteri applicabili ai sensi degli articoli 1123 e seguenti del codice civile”.

    Si parla, però, di condomini minimi, ovvero fino a un massimo di 8 appartamenti, per i quali è possibile chiedere le detrazioni al 50% per interventi di manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro conservativo e ristrutturazione edilizia.

    casa con persiane e serrande di legno che rientrano nell'ecobonus infissiCon l'Ecobonus infissi 2018 è possibile ottenere detrazioni anche per persiane e finestre e uniformare lo stile della casa ai nuovi arredi

    Gli infissi esterni, rientrando - assieme ai servizi igienici, alle scale e alle recinzioni - tra i lavori di manutenzione straordinaria, sono quindi detraibili così come serramenti, persiane o serrande con modifica di materiale o tipologia rispetto ai modelli preesistenti.

    Insomma, per fare un esempio pratico, rientra in questa categoria la sostituzione di una finestra di vecchia generazione in alluminio con una moderna di tipo scorrevole in pvc in grado di garantire prestazioni migliori.

    D'altra parte risultano detraibili anche gli interventi di manutenzione ordinaria tra i quali rientrano invece la semplice sostituzione di infissi e serramenti interni. La cosa fondamentale, per concludere il discorso, è che tanto per le singole unità abitative tanto per le parti condominiali le aperture conservino la stessa sagoma.

    Detrazione infissi: altri tipi di sconti fiscali

    Come abbiamo visto, il bonus per il recupero del patrimonio edilizio non è l'unico possibile. Esiste anche la detrazione infissi prevista dalle disposizioni sulla riqualificazione energetica degli edifici (65%). I due sconti fiscali però, vale la pena ribadirlo ancora una volta, non sono cumulabili.

    Proprio per questo motivo è consigliabile rivolgersi a un esperto per capire qual è il tipo di agevolazione più vantaggiosa in base all'intervento che si desidera eseguire.

    In questo modo sarà possibile valutare anche un'ultima opportunità che riguarda la riduzione dell'Iva (al 10%) sulla prestazione dei servizi. Un provvedimento, come del resto specificato nella pagina generale sulle detrazioni, applicabile sull'installazione degli infissi ma anche delle caldaie, dei videocitofoni, della rubinetteria e degli impianti di sicurezza.

    L'Ecobonus infissi, in conclusione, è uno dei più complessi per le molteplici opportunità che offre ma anche uno dei più vantaggiosi in assoluto per chi riesce a sfruttarlo al meglio delle sue potenzialità.

    Questo articolo ti è stato utile?

    Utenti che ritengono sia utile: 0

    Ristrutturare Casa
    Trova i migliori professionisti tra oltre 10'000 Imprese Italiane
    • Invia la richiesta gratuita

      Descrivi in pochi click tutti gli interventi di cui hai bisogno

    • Valuta Preventivi Reali

      Perfeziona la richiesta gratuitamente confrontandoti con i nostri Architetti

    • Scegli il professionista

      Concorda con le ditte come ricevere i preventivi, oppure fissa un sopralluogo gratuito!


    Ti potrebbe interessare anche

    Detrazioni Fiscali Cappotto Termico: così il risparmio sarà doppio

    Accedendo alle detrazioni fiscali per l'isolamento a cappotto e alle opportunità dell'Ecobonus è possibile ottenere un risparmio doppio: sui costi di realizzazione dell'intervento e in bolletta grazie a un migliore isolamento termico della casa

    Detrazioni fiscali risparmio energetico: tutto sull'Ecobonus 2018

    Quali sono le agevolazioni previste fino al 31 dicembre 2018 per chi realizza interventi finalizzati a ridurre i consumi di corrente? Tutti i dettagli sull'Ecobonus intervento per intervento con le relative scadenze

    Manutenzione ordinaria e straordinaria: quali sono le differenze?

    Imparare a distinguere un lavoro di manutenzione ordinaria, di manutenzione straordinaria o di ristrutturazione è di fondamentale importanza perché da questa distinzione dipende la necessità di chiedere permessi o la possibilità di ottenere detrazioni fiscali.

    Infissi a taglio termico: cosa sono e come sceglierli

    Cosa vuol dire taglio termico? E perché queste speciali finestre favoriscono il risparmio energetico? Mini guida con prezzi e consigli per scegliere tra alluminio, pvc e legno