cappotto termicoIl costo cappotto termico al mq vanno dai 40 agli 80 € ma il risparmio in termini di efficienza energetica, in determinate aree geografiche, è molto elevato!.

Cappotto termico: la guida con prezzi e preventivi


Utenti che ritengono che questo articolo sia utile: 135Pubblicato il 24-01-2020 da La Redazione

Tabella dei contenuti

    Il cappotto termico è un rivestimento isolante (da qui il nome tratto dal gergo dell'abbigliamento) che avvolge un edificio allo scopo di migliorarne l'efficientamento energetico.

    Può essere interno ed esterno e, in entrambi i casi, anche se in maniera diversa, massimizza le potenzialità dei riscaldamenti e dell'impianto di rinfrescamento.

    I costi di realizzazione possono non essere irrisori ma si riducono notevolmente sfruttando le detrazioni fiscali cappotto termico. Infatti, lavori di ristrutturazione come il cappotto termico rientrano tra gli interventi trainanti del Superbonus 110%.

    L'importo complessivo viene ammortizzato anche perché l'intervento consente di ridurre le bollette e, più in generale, le spese per climatizzare casa.

    Nella guida su cui sei approdato parleremo del cappotto termico interno e del cappotto termico esterno, evidenziando le caratteristiche, come funzionano e quali sono i vantaggi di ognuno.

    Se sai già tutto e vuoi iniziare subito a confrontare gratuitamente preventivi clicca qui, altrimenti prosegui la lettura: troverai infografiche, tabelle di prezzi, informazioni e molto altro.

    Cappotto Termico: che cos'è e com'è fatto

    com'è fatto un cappotto termico sezioneQuesta grafica di Mattonflex, azienda che ha realizzato un mattone flessibile rivestito in fibra di vetro, spiega bene com'è fatto un cappotto termico e come fa a isolare casa.  

     

    Il cappotto termico, tecnicamente, consiste in uno strato di rivestimento realizzato con pannelli in materiali isolanti (in fibre naturali, minerali o sintetiche) posti a protezione della struttura abitativa. 

    Questo tipo di impianto, detto anche isolamento a cappotto, serve a ridurre al minimo la dispersione del calore durante l'inverno e dell'aria fresca in estate con un importante taglio dei costi in bolletta. 

    Il materiale utilizzato per l'isolamento è uno degli elementi che può fare la differenza in termini di prezzo: partendo dai pannelli sintetici come il polistirene e la lana di vetro fino alle fibre naturali, il costo di un cappotto termico può variare dai 40 agli 80 euro al metro quadro.

    Cappotto termico prezzi: 40-80 €/mq a seconda del tipo di pannello.

    Isolamento a cappotto: quale intervento scegliere?

    La funzione delle due tipologie, il cappotto termico esterno e il cappotto termico interno, è esattamente la stessa ma i due impianti sono in effetti molto diversi tra loro.

    Il primo, infatti, non ruba per nulla spazio all'interno della casa e viene realizzato, solitamente, in abitazioni autonome o villette in quanto le metrature da rivestire sono più ridotte.

    D'altro canto, l'applicazione cappotto termico esterno costa di più e richiede per i lavori l'utilizzo di carrelli elevatori motorizzati. 

    Il secondo, invece, "mangia" qualche centimetro all'interno dell'abitazione e ha lo svantaggio di non poter essere applicato ovunque, per esempio, non può essere realizzato dietro le pareti della cucina.

    Ecco perché il cappotto termico fai da te corazzato, soprattutto quando non si ha esperienza su come posare il cappotto termico, non è una buona idea.

    Quanto al costo del cappotto termico interno abbiamo già detto che è inferiore rispetto ai pannelli esterni. 

    Cappotto termico esterno: tutti i vantaggi

    Dopo aver letto questa piccola guida sul cappotto termico, se sei ancora alla ricerca di una soluzione per la ristrutturazione dell'impianto termico della tua abitazione, ti consigliamo di valutare i principali vantaggi cui andresti incontro con l'applicazione di un isolamento termico a cappotto esterno

    • risparmio sui costi di riscaldamento e condizionamento della casa
    • protezione dalle infiltrazioni
    • miglioramento della classe energetica con conseguente aumento del valore dell'immobile.

    Alcune accortezze, per così dire, possono inoltre massimizzare l'efficacia del cappotto termico e quindi tradursi in un ulteriore vantaggio economico.

    Per una maggiore efficienza dell'impianto termico, infatti, è preferibile che i pannelli isolanti siano posti a distanza di circa 3 o 4 cm dalla struttura della casa lasciando un'intercapedine tra muratura e cappotto esterno che consentirà alla casa di "respirare" evitando la formazione di condensa

    Cappotto termico interno: tutti i vantaggi

    Se non è possibile apportare modifiche alle pareti esterne puoi optare per il cappotto interno che prevede invece l'applicazione di pannelli isolanti di spessore minimo con una speciale malta.  

    Tantissimi gli utenti del nostro portale che richiedendo ristrutturazioni chiavi in mano inseriscono anche questa richiesta.

    Il risultato in termini di impatto sul risparmio energetico è senza dubbio minore e ha lo svantaggio di ridurre, seppure minimamente, la superficie interna dell'abitazione, ma può essere una valida soluzione nel caso in cui si voglia isolare termicamente un solo appartamento all'interno di un condominio e non si abbia la possibilità di intervenire sulla superficie esterna.

    I vantaggi del cappotto termico interno, quindi, sono:

    • Tempi di realizzazione ridotti
    • Minor costo rispetto all'impianto esterno
    • Risparmio, a lungo termine, sulle spese di climatizzazione
    • Miglioramento classe energetica della casa 
    • Possibilità di intervenire sui singoli appartamenti

    Il costo cappotto termico, in questo specifico caso, è nettamente inferiore in quanto non prevede il montaggio e lo smontaggio delle impalcature; quindi anche la manodopera richiesta sarà inferiore fermo restando le oscillazioni di prezzo dovute ai materiali scelti.

    A fronte di un costo iniziale aggiuntivo, il cappotto termico, insomma, si traduce nel breve termine in un importante risparmio in bolletta.

     

    Miglior cappotto termico: quale materiale scegliere?

    Abbiamo trovato la video spiegazione del geometra Paolo Gollo molto interessante. 

    La riportiamo ma ricorda, se vuoi una consulenza personalizzata, ti convinere inviare una richiesta sul nostro portale sfruttando lo strumento del sopralluogo gratuito.

    Un esperto verrà a casa e, senza alcun tipo di costo, ti dirà qual è la migliore tecnologia per la tua abitazione allegando, al responso, un preventivo reale. 

    Per parlare dei migliori sistemi di isolamento a cappotto bisogna partire da una distinzione dei materiali isolanti: materiali di origine chimica o sintetica, e materiali di origine naturale. Ed è proprio questa distinzione che ci permetterà di scegliere un materiale rispetto a un altro partendo non dal prezzo ma dalle qualità di ciascun pannello.

    Materiali isolanti sintetici

    I materiali isolanti sintetici utilizzati per realizzare un cappotto termico sono: il polistirene e il PVC. Si contraddistinguono per essere leggeri e rigidi, possono essere lavorati da molti professionisti del settore e il loro costo è contenuto ed inferiore rispetto ai pannelli in fibra naturale. Allo stesso tempo hanno anche molti difetti:

    • non hanno una grande resistenza al caldo
    • peggiorano le condizioni acustiche di un edificio
    • sono impermeabili

    Quest’ultima caratteristica è quella peggiore in quanto i materiali isolanti sintetici creano una barriera alla traspirabilità della nostra casa.

    Materiali isolanti naturali

    I materiali isolanti naturali sono dei pannelli di origine naturale: in fibra di legno, vetro, sughero, lana di roccia. Anche se sono fibrosi e pesanti, resistono molto bene al caldo e all’acustica. Queste caratteristiche fanno sì che questi materiali sono molto più costosi, e può far lievitare il costo totale di un lavoro di isolamento termico.

    Prezzi Cappotto Termico

    Capire com'è fatto un rivestimento a cappotto è fondamentale per calcolare quanto costa un cappotto termico e per quale dietro ad un piccolo prezzo si possono celare fregature o sistemi non veramente funzionali.

    Costro cappotto al mq

    Il prezzo del cappotto termico dipende innanzitutto dai pannelli utilizzati per l'isolamento.

     

    Ecco, dunque, una tabella riassuntiva con i principali materiali dei pannelli per cappotto termico impiegati per questo tipo di lavoro: 

    Materiale utilizzato Costo al metro quadro
    Pannelli isolanti in sughero 30-50 €
    Pannelli isolanti in lana di roccia 4-20 €
    Pannelli in silicato di calcio 20-25 €
    Pannelli in fibra di carbonio 30-40 €
    Pannelli in fibra di legno 6-50 €
    Pannelli in EPS (Polistirene Espanso Sintetizzato) 8-15 €

    Migliorare l'efficienza energetica di un immobile, per esempio di classe G, presuppone infatti una serie di interventi aggiuntivi che potrebbero comportare altri costi.

    Come si evince dalla tabella riassuntiva, lo ribadiamo ancora una volta, il materiale dei pannelli isolanti è la voce che può far variare maggiormente, in un senso o nell'altro, il preventivo finale.

    Un pannello in polistirene, infatti, può costare anche la metà rispetto ad uno in fibre naturali.

    Il consiglio è di ponderare la scelta valutando non solo l'aspetto economico, ma anche altri elementi come per esempio il grado di umidità della casa, l'esposizione al sole e altri fattori ambientali.

    Il costo dei cappotti termici, ad ogni modo, varia anche da ditta a ditta e da città a città.

    Ecco una serie di valutazioni aggiuntive che ti aiuteranno a calcolare il prezzo del cappotto termici finito in maniera più precisa: 

    • ubicazione dell'immobile e zona climatica in cui si opera: valutare attentamente il contesto climatico può essere d'aiuto nella scelta dei materiali da utilizzare e sopratutto della tecnica di installazione dei pannelli isolanti;
    • ponteggio esterno: nel caso in cui non fosse possibile montare un'impalcatura, l'impresa edile proporrà sicuramente l'utilizzo di carrelli elevatori motorizzati; 
    • classe energetica attuale dell'immobile e dimensioni delle aperture: per formulare un preventivo è indispensabile valutare attentamente la struttura dello stabile, compreso il numero e le dimensioni delle aperture;
    • tipologia di sistema (cappotto termico corazzato, cappotto termico esterno fai da te, micro cappotto termico, cappotto termico antisismico)
    • marca del cappotto (cappotto termico mapei, cappotto termico casa senza marca, cappotto termico rofix)

    Ristrutturazioni.com è in tutta Italia e ti consente di confrontare i preventivi di più imprese: solo così sarai certo di aver affidato il lavoro alla ditta più conveniente in termini di rapporto qualità prezzo. Puoi richiedere un preventivo gratis in pochi minuti e saremo pronti a metterti in contatto con tre aziende specializzate che provvederanno ad effettuare un sopralluogo e un successivo preventivo per avere una stima dei costi precisa e basata sulle tue reali necessità.

    Le imprese che collaborano con il nostro portale effettuano anche manutenzioni e la classica riparazione cappotto termico

    Rivestimento a cappotto: voci che fanno lievitare il preventivo

    Come abbiamo visto, l'isolamento termico a cappotto può essere applicato sia all'interno che all'esterno dell'abitazione e consiste in uno strato di rivestimento che fa da isolante all'intera struttura abitativa e riduce al minimo la dispersione del calore durante l'inverno e dell'aria fresca in estate. 

    Al di là dell'impianto e della possibilità di ammortizzare i costi a lungo termine, sono tante le voci che incidono sul preventivo.

    Bisogna valutare, per esempio, montaggio del ponteggio o il noleggio dello stesso per alcune settimane, ma anche la presenza o meno dell'intercapedine, essenziale per un isolamento termico a regola d'arte e, infine, il costo della manodopera che dipende dalla superficie da rivestire. 

    Incide, anche se in minima parte, anche lo spessore.

    Isolamento a cappotto spessore minimo

    Lo spessore del cappotto termico varia da un minimo di 6-8 cm ad un massimo di 12 cm

    Per stabilire la dimensione perfetta, esiste un'operazione, il calcolo spessore cappotto termico che si ottiene come segue.

    Si calcola la conducibilità (capacità di trasmettere calore) del materiale del pannello. Questo valore è indicato con la lettera greca λ. 

    Deve essere un valore piccolo in quanto è inversamente proporzionale al potere isolante.

    Poi si calcola la trasmittanza che è data dal rapporto tra lo spessore e la conducibilità. 

    Si tratta di un valore fondamentale senza il quale non è possibile accedere alle detrazioni. 

    Proprio per questo motivo è fondamentale che ad effettuare il calcolo sia, non solo un esperto, ma una ditta certificata. 

     

     

     

    Questo articolo ti è stato utile?


    Quanto costa ristrutturare casa?
    Con Ristrutturazioni.com® puoi confrontare 3 preventivi gratuiti delle migliori ditte della tua zona.

    I nostri utenti hanno valutato Ristrutturazioni.com® un servizio Facile, Veloce ed Eccezionale!
    • Fai una richiesta
    • Confronta Preventivi Reali
    • Scegli il professionista
    Richiedi Preventivi

    Ti potrebbe interessare anche

    Superbonus 110, tutto quello che c’è da sapere: una guida

    Una guida online per comprendere e applicare il superbonus 110: interventi ammessi, a chi spetta e come procedere per ottenere la detrazione.