Privati Imprese

Guida al fotovoltaico: quando conviene davvero?

Preventivo fotovoltaico

Con Ristrutturazioni.com® puoi confrontare in tutta Italia 3 preventivi gratuiti delle migliori ditte della tua zona.

Fotovoltaico residenziale: come produrre elettricità pulita a basso costoFotovoltaico sì o no? Scopri perché conviene e come risparmiare grazie ai consigli di Ristrutturazioni.com.

Valutazione utenti: 18
Pubblicato il 18-09-2023 da Redazione

Tabella dei contenuti

    Produrre energia per la casa con un impianto fotovoltaico è la soluzione ideale per ridurre l'inquinamento dell'aria e le emissioni di CO2.
    Sempre più di frequente, però, i nostri utenti ci chiedono se investire in un impianto fotovoltaico sia davvero conveniente per loro.
    Se anche tu hai questo dubbio e voi scoprire quando conviene il fotovoltaico e quando invece potrebbe rivelarsi una scelta non ottimale, prosegui con la lettura. Analizzeremo insieme i vantaggi e gli svantaggi di questa forma di energia rinnovabile, la differenza tra autoconsumo e vendita delle eccedenze, l'iter burocratico per installare dei pannelli solari e tutti gli incentivi di cui potrai beneficiare se installi subito un impianto fotovoltaico.
    Informarsi è l’unico modo per prendere una decisione consapevole!

    Se invece sei già pronto a installare pannelli fotovoltaici, affidati al nostro servizio. Ristrutturazioni.com ha stretto delle partnership con i principali player italiani ed europei per aiutarti a trovare la soluzione migliore al miglior prezzo, completa di installazione professionale, garantendoti un servizio di qualità e tempestivo.

    Come funziona?
    È molto semplice. Clicca sul pulsante "Richiedi un preventivo" e inserisci il tuo indirizzo; in base alle informazioni che ci fornirai calcoleremo esattamente il tipo di impianto di cui hai bisogno, fornendoti un preventivo dettagliato e guidandoti in tutti gli aspetti necessari all'installazione del tuo impianto fotovoltaico.

    Il Fotovoltaico spiegato in maniera semplice

    Innanzitutto, cos'è il fotovoltaico?
    Si tratta di una tecnologia che permette di convertire la luce solare in energia elettrica utilizzabile per alimentare i nostri dispositivi elettrici. I pannelli solari, composti da celle fotovoltaiche in silicio, catturano la luce del sole (i fotoni) e la trasformano in corrente continua. Questa corrente può poi essere convertita in corrente alternata grazie a degli inverter e utilizzata per soddisfare le nostre esigenze energetiche.
    Dunque ogni sistema fotovoltaico è formato da due componenti di base:

    • i moduli fotovoltaici, composti da celle fotovoltaiche che trasformano la luce del sole in elettricità;
    • un inverter, apparecchio che converte la corrente continua in corrente alternata.
    • un sistema di accumulo, nell’eventualità in cui tu decida di immagazzinare l’energia prodotta durante il giorno per utilizzarla nelle ore notturne o di scarsa luminosità

    In parole semplici, i pannelli solari, raccogliendo e sfruttando l’energia del sole, producono la corrente elettrica che utilizziamo giornalmente in casa, soddisfacendo così una parte del fabbisogno di una normale famiglia in modo autonomo, sostenibile e conveniente.

    Prezzi del fotovoltaico: quanto costa adeguare una casa con l’energia rinnovabile?

    La prima domanda che ci poniamo tutti è quanto costa installare un impianto fotovoltaico?
    Ovviamente non c’è un costo fisso, e un impianto può differire dagli altri non solo per dimensione, ma anche per qualità e tipologia di hardware utilizzato.
    Cosa significa?
    Che ci sono pannelli e pannelli, e una buona percentuale del costo dell’impianto è dato poi dalla scelta dell’inverter, dalla tipologia di ottimizzatori (singoli su ogni pannello, oppure a stringa) e, soprattutto, dall’adozione di un sistema di accumulo (la tanto temuta batteria!). Inoltre potrebbero esserci costi addizionali come la linea vita, che solo un esperto potrebbe preventivare.
    La buona notizia è che non necessariamente l’impianto più costoso risulta essere quello più efficiente. Pensare di dover optare per un sistema di accumulo, per esempio, potrebbe non essere la scelta più vantaggiosa nel caso in cui sfrutti energia principalmente nelle ore diurne: in quel caso il costo di investimento sostenuto per la batteria non sarebbe compensato adeguatamente dal costo risparmiato per l’energia utilizzata durante la notte sfruttando la batteria.
    Altro caso, ancora più significativo, riguarda le seconde case e tutte quelle abitazioni che vengono utilizzate solo per brevi periodi all’anno. In quei casi, infatti, installare un sistema di accumulo sarebbe addirittura controproducente perché un utilizzo non costante ne comprometterebbe la corretta funzionalità portando al deterioramento della batteria in pochissimo tempo.
    Ma tranquill* ti basterà parlare con un nostro consulente per capire quale soluzione scegliere per non sbagliare: sì perché il segreto per un buon investimento nel fotovoltaico è progettare un impianto su misura per la tua casa anche sulla base delle tue abitudini di consumo energetico.
    Un’altra buona notizia è che in passato i costi dei pannelli fotovoltaici erano molto elevati, ma negli ultimi anni sono notevolmente diminuiti. E in più ci sono diverse agevolazioni fiscali e incentivi statali che rendono l'investimento ancora più conveniente e, se bene studiato, il tuo impianto si ripagherà da solo in circa 5 anni grazie al risparmio in bolletta che riuscirai ad ottenere.

    Con il fotovoltaico risparmi in bollettaInstallando un impianto fotovoltaico da 3 kw una famiglia di 4 persone può risparmiare fino a 1.500 euro sulla bolletta dell'elettricità

    Veniamo ora al dunque: quanto costa l'installazione di un impianto fotovoltaico chiavi in mano?
    I pannelli solari vengono installati in modo da soddisfare i bisogni della casa, ma il costo può variare molto a seconda dei materiali utilizzati e della capacità di produzione espressa in kWh.

    Tabella riassuntiva dei costi di un impianto fotovoltaico in base alla potenza

    Potenza Impianto fotovoltaico Prezzo
    3 kw 7.000 €
    4,5 kw 9.000 €
    6 kw 13.000 €
    9 kw 18.000 €

    Installare pannelli solari comporta quindi una spesa non indifferente, si tratta però di un investimento sul futuro. Insomma, dare un'occhiata ai migliori impianti fotovoltaici sul mercato vale sempre più la pena.

    Un impianto domestico standard infatti fa risparmiare circa 1.500 euro all’anno sulla bolletta elettrica e i costi iniziali si ripagano nel giro di 5-6 anni circa. Un periodo relativamente breve in confronto alla lunga vita dell'impianto e la sua utilità.

    Un impianto fotovoltaico installato, ad esempio, a Roma ha una resa energetica annua di 1460 kWh per ogni kWp di moduli fotovoltaici installati, consentendo ad una famiglia media di abbattere fino all’80% il costo della bolletta.

    Queste ovviamente sono delle cifre approssimative calcolate in base ai numeri forniti dai nostri utenti, ma ogni famiglia ha le sue esigenze e i prezzi possono variare da impresa a impresa.
    Per questo è sempre consigliabile rivolgersi a dei professionisti del settore per una progettazione ad hoc e per far sì che un impianto fotovoltaico sia davvero utile e funzionale.

    Il fotovoltaico conviene davvero?

    Ecco quindi la seconda domanda che sorge sempre spontanea quando cominci ad informarti sul fotovoltaico. Visti i costi di investimento e le variabili in termini di clima, utilizzo dei dispositivi, manutenzione ecc. l’unico modo per stabilire se l’energia solare è davvero la soluzione più adatta alle tue esigenze è la consulenza di un esperto. Compilando questo form, sarai ricontattato dai nostri operatori che, insieme a te analizzeranno i consumi in bolletta, l’eventuale upgrade di altri dispositivi elettrici (sì perché potresti pensare anche di eliminare l’utenza del gas risparmiando ulteriormente), e la tua geolocalizzazione, fornendoti un preventivo dettagliato dei costi per l’installazione dell’impianto fotovoltaico (compresa la manodopera per l’installazione da parte di tecnici specializzati) e valuteremo insieme se ne vale davvero la pena anche in termini di risparmio in bolletta e ritorno di investimento.

    Detrazioni fotovoltaico

    Se la consulenza di un esperto è il modo migliore per evitare di sovradimensionare l'impianto e quindi l'investimento iniziale e non sprecare budget inutilmente, ci sono poi altri modi per abbattere i costi inziali. Nella nostra guida "incentivi fotovoltaico" elenchiamo e spieghiamo tutte le possibili forme di agevolazione fiscale a cui puoi aderire se hai intenzione di installare un impianto fotovoltaico:

    • il bonus fotovoltaico (installazione gratuita ma solo per famiglie meno abbienti e in regime di autoconsumo senza possibilità di rimborso delle eccedenze);
    • la detrazione al 50% (detrazione irpef in 10 quote annuali con un tetto massimo di 96.000€)
    • il superbonus (se l'intervento e affiancato a uno dei lavori trainanti con detrazione passata dal 110% al 90% nel 2023, per poi diminuire al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025).

    Pro e contro del fotovoltaico

    Proseguiamo il nostro ragionamento sintetizzando e mettendo a confronto i vantaggi e gli svantaggi del fotovoltaico.
    Tra i vantaggi troviamo:

    • La riduzione delle bollette energetiche. Con i pannelli solari puoi usare l’energia elettrica prodotta autonomamente, riducendo così la dipendenza dalla rete elettrica tradizionale. Un impianto fotovoltaico installato, ad esempio, a Roma ha una resa energetica annua di 1460 kWh per ogni kWp di moduli fotovoltaici installati, consentendo ad una famiglia media di abbattere il costo della bolletta fino all’80%.
    • Un altro vantaggio del fotovoltaico è la sua sostenibilità ambientale. L'energia solare è pulita e rinnovabile al 100%, il che significa che la tua casa non emetterà gas serra né contribuirà al riscaldamento globale e al cambiamento climatico riducendo la tua impronta ecologica. Inoltre, il fotovoltaico è una fonte di energia rinnovabile che non si esaurisce mai, a differenza dei combustibili fossili.
    • Un'altra considerazione importante da fare riguarda la durata dell'impianto fotovoltaico. I pannelli solari hanno una vita media di 25-30 anni, ma possono durare anche più a lungo se vengono mantenuti correttamente. Ciò significa che l'investimento iniziale avrà un ritorno nel lungo termine, con la possibilità di continuare a godere dei benefici dell'energia solare per molti anni.
    • Un altro aspetto da non trascurare è l’aumento del valore dell’immobile. Si stima infatti che l’installazione di un impianto fotovoltaico possa incrementare il valore della tua casa aumentando dal 3% al 5% il prezzo dell'immobile. Questo significa che se spendi 10.000 euro per l'impianto, potreste ottenere un incremento del valore della tua casa tra i 15.000 e i 25.000 euro. Per quale motivo? Innanzitutto, bisogna considerare che oggi sempre più persone sono attente all'ambiente e cercano soluzioni sostenibili per le proprie abitazioni. Inoltre, l'energia solare è considerata una risorsa stabile e affidabile nel lungo periodo che rende la casa più efficiente dal punto di vista energetico, riducendo così i costi di gestione e manutenzione: quel valore aggiunto che molti acquirenti sono disposti a pagare.

    Svantaggi del Fotovoltaico

    In molti elencano tra gli svantaggi del fotovoltaico il grosso investimento iniziale necessario all’installazione dell’impianto e la dipendenza dalle condizioni meteorologiche. Per esperienza possiamo invece dire che l’investimento iniziale, oltre ad essere ammortizzato grazie alle detrazioni fiscali, viene interamente compensato nell’arco di circa 5 anni. Quanto alle condizioni meteorologiche, bisogna invece considerare che i pannelli di ultima generazione riescono a produrre energia anche nei giorni in cui il cielo è nuvoloso e la luminosità è ridotta.
    Ma allora qual è il vero svantaggio del fotovoltaico?
    Secondo il nostro parere, semplicemente, non è adatto a tutti. Per esempio, nel caso in cui il consumo medio sia davvero minimo e tale da non comportare alcun beneficio in termini di risparmio annuo allungando considerevolmente i tempi di compensazione.
    Inoltre se la tua casa è costantemente ombreggiata da alberi o altri edifici, il fotovoltaico potrebbe non essere una scelta vantaggiosa per te. Senza un'adeguata esposizione al sole, infatti, i pannelli solari non saranno in grado di generare abbastanza energia per giustificare l'investimento. Anche se hai intenzione di trasferirti entro pochi anni, potrebbe non valere la pena installare un sistema fotovoltaico. Infine, è fondamentale considerare la manutenzione e l'assistenza necessarie per i pannelli solari. Se non sei disposto a dedicare del tempo e delle risorse alla manutenzione regolare, il fotovoltaico potrebbe non essere la scelta giusta. I pannelli solari richiedono una pulizia periodica e una supervisione costante per garantire un corretto funzionamento.
    In generale, prima di prendere una decisione definitiva, ti consigliamo sempre di consultare un nostro esperto per valutare la fattibilità dell'installazione nel tuo caso specifico valutando i costi e i benefici dell'investimento e guidandoti nella scelta migliore per le tue esigenze.

    Fotovoltaico con accumulo: pro e contro

    Batteria Tesla per fotovoltaico con accumulo"Powerwall" è la nuova batteria di accumulo fotovoltaico lanciata sul mercato da TESLA, che ha contribuito a rivoluzionare il mercato dei sistemi di accumulo al servizio del fotovoltaico

    L’impianto fotovoltaico con accumulo, tramite l’utilizzo di inverter o batterie esterne, immagazzina l’energia in eccesso che sarà poi utilizzata nei momenti in cui la produzione scarseggia. Questa innovativa tecnologia permette di massimizzare la quota di energia fotovoltaica prodotta nelle fasce orarie diurne, per consumarla poi tranquillamente di sera o di notte, continuando a risparmiare in bolletta. La batteria, dunque, non è indispensabile per il funzionamento di un sistema fotovoltaico ma lo diventa se hai intenzione di raggiungere l’autonomia energetica arrivando a produrre il 100% dell’energia di cui hai bisogno.
    Tuttavia, ci sono alcuni aspetti da considerare prima di optare per l’accumulo dell’energia. In primo luogo il costo, aggiuntivo rispetto all'impianto stesso, che arriva anche a raddoppiare l’investimento iniziale necessario. Inoltre le batterie richiedono una manutenzione periodica per garantirne il corretto funzionamento nel tempo. Un altro aspetto da considerare è la quantità di energia che riuscirai effettivamente ad accumulare (le eccedenze andranno comunque vendute al GSE).

    L'accumulatore ti permetterà dunque di essere autosufficiente e svincolato dall'acquisto in rete di energia elettrica, sfruttando solamente l’energia prodotta mediante lo stesso impianto fotovoltaico.

    Differenza tra autoconsumo e scambio sul posto

    Installando i pannelli solari si può scegliere tra diverse modalità di utilizzo dell’energia prodotta.

    • autoconsumo fotovoltaico: l'energia viene consumata nello stesso momento in cui viene prodotta. I kWh non utilizzati vengono ceduti al GSE al prezzo di mercato oppure immagazzinati mediante un sistema di accumulo.
    • scambio sul posto: l’energia elettrica prodotta in eccesso viene "scambiata" con la rete elettrica. Una sorta di "accumulo virtuale" che consente di utilizzare in un secondo momento la quantità di energia scambiata riacquistandola ad un prezzo vantaggioso rispetto al costo standard dell'energia. L'energia prodotta in eccesso e non utilizzata viene invece venduta ad un prezzo minimo garantito secondo la formula Conto scambio = minore (tra Onere per l'energia e Controvalore dell'energia immessa in rete) + Corrispettivo Unitario di scambio forfettario x quantità di energia scambiata. Con il recepimento della direttiva europea "RED" che ha l'obiettivo di incentivare l'autoconsumo, questa soluzione sarà sostituita dal ritiro dedicato e non sarà più disponibile, per i nuovi impianti, a partire da dicembre 2023, e per quelli già attivi, a pertire da dicembre 2024.
    • ritiro dedicato: è la forma di incentivazione che andrà a sostituire lo scambio sul posto già dai prossimi mesi. Consiste nella cessione/vendita dell’energia elettrica al GSE, che funge da intermediario tra il produttore e il mercato dell'energia, remunerato con una delle seguenti possibilità: il prezzo minimo garantito oppure il prezzo zonale orario stabilito dal GME.

     

    Manutenzione fotovoltaico: le domande più frequenti

    Per valutare l’effettiva convenienza del fotovoltaico consigliamo sempre di considerare anche l’aspetto della manutenzione: garantisce la durata e l’efficienza dell’impianto nel tempo consentendoti di ottenere i benefici economici ipotizzati in fase di preventivo.
    Ma quanto ti costerà, sia in termini monetari che di tempo, fare in modo che l’impianto sia sempre efficiente,è pur sempre un aspetto da tenere presente se stai valutando di passare al fotovoltaico. La buona notizia è che ci sono alcune attività che, se vuoi, puoi svolgere in autonomia con l’ausilio di app gratuite.
    Ecco la risposta alle domande più frequenti che altri utenti ci hanno posto.

    La manutenzione è obbligatoria?

    No, non è obbligatoria per impianti inferiori fotovoltaici con potenza minore di 11,08 kW. Gli impianti più grandi hanno invece l’obbligo di far controllare, ogni 5 anni e da un tecnico specializzato, i sistemi di interfaccia tra inverter e rete connessi.

    In cosa consiste la manutenzione dell’impianto fotovoltaico?

    La manutenzione dell’impianto fotovoltaico si divide in ordinaria e straordinaria. La manutenzione ordinaria è fatta principalmente di monitoraggio delle prestazioni per rilevare eventuali anomalie che richiederanno poi un intervento straordinario, e una serie di attività di pulizia tra cui:

    • Pulizia dei pannelli solari: i pannelli possono accumulare sporco, polvere o detriti nel tempo, riducendo così la loro capacità di generare energia. È consigliabile pulire regolarmente i pannelli con acqua pulita e un detergente delicato.
    • Ispezione degli inverter: gli inverter sono responsabili della conversione dell'energia solare in energia utilizzabile. È importante controllare periodicamente lo stato degli inverter per assicurarsi che funzionino correttamente.
    • Verifica dei cavi e delle connessioni: i cavi e le connessioni possono deteriorarsi nel tempo a causa di condizioni atmosferiche avverse o di fattori ambientali. È importante controllare regolarmente l'integrità e la sicurezza di cavi e connessioni.
    • Monitoraggio delle prestazioni: tenere traccia della produzione di energia del tuo impianto fotovoltaico ti permetterà di identificare eventuali anomalie o problemi. Esistono sistemi di monitoraggio appositi che ti consentono di controllare le prestazioni dell'impianto in tempo reale.

    La manutenzione del fotovoltaico può essere eseguita sia da un professionista specializzato che dal proprietario dell'impianto. Tuttavia, tieni presente che alcune attività possono richiedere competenze tecniche specifiche. Se non sei sicuro delle tue capacità o se preferisci affidarti a un esperto, è sempre consigliabile chiamare un professionista che potrà garantiti una maggiore sicurezza e validità delle garanzie del produttore. Tra le attività che ti consigliamo di affidare sempre ad un tecnico specializzato ci sono:

    • Controllo e serraggio delle bullonerie di ancoraggio dei moduli alla struttura
    • Controllo integrità del vetro dei moduli solari
    • Controllo dei cavi e delle scatole di giunzione
    • Prove di funzionamento degli interruttori di protezione
    • Pulizia delle apparecchiature
    • Verifica della produzione dell’impianto in funzione dell’irraggiamento istantaneo

    La manutenzione straordinaria dei pannelli fotovoltaici, invece, comprende interventi specializzati di sostituzione dei componenti, aumento della potenza dell’impianto, aggiunta di un sistema di accumulo, spostamento dei moduli fotovoltaici.

    Ogni quanto bisogna fare manutenzione?

    La frequenza con cui è necessario eseguire la manutenzione dipende da diversi fattori, come le condizioni ambientali, l'utilizzo e l'età dell'impianto. Ti consigliamo di tenere sotto controllo costantemente le performance del tuo impianto attraverso un’app specifica e lo smart meter. In questo modo potrai rilevare immediatamente qualsiasi anomalia tra cui un calo significativo della produzione di energia e contattare il tecnico.
    Per quanto riguarda invece gli interventi di pulizia e controllo delle apparecchiature, l’ideale sarebbe fare manutenzione una volta l’anno, preferibilmente in primavera. Dopo la stagione invernale, infatti, è più probabile che sia necessario pulire i pannelli da foglie e detriti trasportati dal vento.

    Devo comunicare i lavori di manutenzione al GSE?

    Non è necessario fare comunicazioni al GSE per interventi di manutenzione ordinaria. Al contrario, se devi apportare modifiche sostanziali all’impianto, è necessaria una comunicazione entro 60 giorni dal completamento. A proposito, GSE S.p.A. è il Gestore dei Servizi Energetici, ovvero la società partecipata interamente dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, che ha il compito di garantire lo sviluppo sostenibile e promuovere la transizione energetica in Italia.

    Quanto costa la manutenzione del fotovoltaico?

    La manutenzione su un impianto residenziale ha un costo medio 150€/kW ma va quotata a seconda di diversi fattori tra cui il tipo di installazione, la grandezza dell’impianto e il grado di sporcizia.

    Quali sono i benefici di una corretta manutenzione del fotovoltaico?

    Una corretta manutenzione del fotovoltaico offre numerosi vantaggi, tra cui:

    • Maggiore efficienza: la pulizia regolare dei pannelli solari e la verifica periodica delle prestazioni possono contribuire a mantenere l'impianto al massimo delle sue capacità, ottimizzando così la produzione di energia.
    • Minori costi di gestione: una corretta manutenzione può prevenire guasti o problemi che potrebbero richiedere costose riparazioni o sostituzioni.
    • Prolungamento della vita dell'impianto: l'effettuazione di una manutenzione regolare può aiutare a prolungare la durata dell'impianto fotovoltaico nel tempo.
    • Maggiore sicurezza: il controllo periodico delle connessioni e dei cavi può contribuire a prevenire rischi di incendi o danni alle persone.
    pannelli fotovoltaici sul tetto di casa per produrre energia elettricaI pannelli fotovoltaici sono in grado di soddisfare il fabbisogno elettrico giornaliero di una normale famiglia autonomamente ed in modo sostenibile

     

    Differenza tra fotovoltaico e solare termico

    Ecco una domanda che molti si pongono. Qual è la differenza tra fotovoltaico e solare termico
    Come abbiamo visto l'energia prodotta da un impianto fotovoltaico di ultima generazione è in grado di coprire una parte del fabbisogno energetico domestico, alimentando gli elettrodomestici e i macchinari che giornalmente utilizziamo in casa.
    I pannelli solari possono così rendere autosufficienti immobili isolati, quali baite, cascine di montagna o case in legno, ma anche beni mobili, come imbarcazioni di ogni tipo e mezzi a quattro ruote di ogni dimensione.
    Il solare termico invece sfrutta l'energia solare per generare acqua calda sanitaria.
    Lo scopo di un pannello solare termico è quindi quello di produrre acqua calda che può essere poi utilizzata per lavarsi, cucinare, lavare i piatti o per riscaldare un’abitazione, facendo scorrere l’acqua in tubazioni disposte nei muri o sotto il pavimento e collegandole a caldaia, stufa a pellet o impianti di vario genere.
    Entrambi i sistemi dispongono di un accumulatore, possono quindi conservare l'energia prodotta per utilizzarla al momento debito.
    A differenza dell'impianto fotovoltaico, però, l'energia prodotta dal solare termico si trasforma in calore e non in elettricità e non può assolutamente essere “ceduta” ad altri, ma solamente autoconsumata.
    Anche il costo di un impianto solare termico è nettamente diverso, in quanto oscilla tra i 600 e i 1.000 euro al metro quadro. Quindi una normale famiglia che solitamente ha bisogno di un impianto di superficie di circa 3 metri quadri spenderà tra i 2000 e 3500 euro.
    Quale conviene di più?

    Differenza tra fotovoltaico e solare termicoIl fotovoltaico e il solare termico sfruttano allo stesso modo l'enegia del sole ma per scopi totalmente diversi. Per non sbagliare chiedi tre preventivi su Ristrutturazioni.com e risparmia fino al 40% sul costo d'installazione


    Non esiste una risposta esatta a questo interrogativo. I due impianti tecnologici svolgono funzioni diverse e ogni famiglia ha esigenze a sé.
    Se hai bisogno di acqua calda per la tua casa allora opterai per l'installazione di pannelli solari termici, che andranno ad integrarsi all' impianto di climatizzazione, mentre se il tuo obiettivo principale è quello di risparmiare sulla bolletta dell'energia elettrica avrai senza dubbio più bisogno di pannelli fotovoltaici.

    Curiosità: superfici non convenzionali diventano solari

    La tecnologia relativa al fotovoltaico negli anni ha fatto passi da gigante permettendo così, non solo una ottimizzazione funzionale e l'abbassamento dei costi, ma anche la realizzazione di impianti davvero innovativi e all'avanguardia.
    Esistono infatti pannelli ultrasottili, di diverse forme e dimensioni in grado di integrarsi perfettamente con l'architettura dell'edificio che servono.
    Un esempio è il pavimento fotovoltaico, installato per la prima volta in Spagna, e costituito da piastrelle fotovoltaiche in vetro antiscivolo completamente calpestabili.

    Fotovoltaico integrato ad un complesso di case L'utilizzo di nuove tecnologie come il fotovoltaico ci porta sempre più verso una città intelligente, una smart city sostenibile e all'avanguardia

    Dei ricercatori finlandesi invece hanno messo a punto dei pannelli solari talmente sottili e flessibili da aderire a qualunque tipo di supporto, anche alle pareti di casa.
    Per questo motivo tali strisce ultrasottili vengono associate ad una innovativa carta da parati fotovoltaica, in grado di produrre energia elettrica sfruttando l'illuminazione interna o quella proveniente dalla luce naturale esterna.

    Installazione pannelli fotovoltaici: la soluzione di Ristrutturazioni.com

    Ora che sai tutto riguardo sul fotovoltaico, che aspetti? Approfitta delle detrazioni fiscali e contatta i nostri professionisti per saperne di più.

    Su Ristrutturazioni.com puoi richiedere la consulenza di un esperto e installare il tuo impianto fotovoltaico in pochissimo tempo e senza stress!

    Questo articolo ti è stato utile?