tinteggiatura esternaLa tinteggiatura esterna si può dire che sia il biglietto da visita della casa ma, allo stesso tempo, incide sul paesaggio. Per questo motivo è fondamentale che sia eseguita a regola d'arte e nel rispetto della normativa della normativa comunale.

Tinteggiatura Esterna: costi e preventivi


Utenti che ritengono che questo articolo sia utile: 5Pubblicato il 13-02-2019 da La Redazione

Tabella dei contenuti

    La tinteggiatura esterna (o facciata) è un intervento che richiede non pochi accorgimenti, sia in termini burocratici che di organizzazione del lavoro.

    Basti pensare al fatto che la maggior parte dei comuni d'Italia prevede un Piano del Colore, ovvero una regolamentazione che stabilisce le tinte e le tipologie di intonaco utilizzabili.

    Questo tipo di intervento, fondamentale prima di cominciare a ristrutturare casa, richiede ditte all'avanguardia, in grado di montare e smontate impalcature, dotate di POS (Piano Operativo di Sicurezza) e di PIMUS (Piano di Montaggio Uso e Smontaggio dei ponteggi).

    Solo così è possibile ottenere un lavoro ben fatto che non comporti rischi a chi svolgerà il lavoro di tinteggiatura esterna.

    Tinteggiatura esterna e facciata: i costi

    costo tinteggiatura esternaLa tinteggiatura esterna richiede ditte all'avanguardia, in grado di montare e smontare velocemente le impalcature e di eseguire lavori complessi in tutta sicurezza.

    Calcolare il costo al metro quadro per la tinteggiatura di una parete esterna è facile, a patto che si possano fornire alcune informazioni sulla superficie da trattare, strettamente funzionali al calcolo delle ore di lavoro oltre che della pittura necessaria.

    Costo tinteggiatura esterna: 700-2000 €/mq

    Il prezzo dipende dai seguenti fattori:

    • materiale della parete da tinteggiare
    • piani dell'edificio
    • mani di vernice da dare
    • ubicazione dell'immobile 

    Sono tutti aspetti da valutare con cura affinché la tinteggiatura della facciata duri nel tempo e abbia un aspetto omogeneo (per una valutazione ad hoc richiedi più preventivi ristrutturazione sul nostro portale).

    Tinteggiare una parete in cemento, per esempio, richiede una preparazione rigorosa della parte da trattare con un'attenta rimozione delle vecchie finiture per permettere al nuovo strato di pittura di aderire meglio, anche attraverso trattamenti impermeabilizzanti.

    Al contrario, una parete in alluminio o acciaio inossidabile se è in buono stato, ovvero non presenta ruggine, non necessita di particolari sforzi se non di una pulizia prima di procedere alla stesura della pittura.

    Per le pareti delle case in legno, invece, si rende necessario un trattamento che ne riduca la capacità di assorbimento, evitando così la formazione di muffa data dall'eccessiva penetrazione di umidità.

    Le pareti intonacate sono le più soggette a crepe in caso di forte escursione termica e richiedono, pertanto, un lavoro certosino di preparazione e riempimento delle stesse. 

    La detrazione tinteggiatura esterna, inoltre, è una buona opportunità per recuperare parte del budget investito.

    Ti consigliamo al proposito la nostra guida sulle detrazioni fiscali ristrutturazione 2019.

    Tinteggiatura facciate esterne: i tipi di pittura

    tinteggiatura esterna abbinamento coloriL'abbinamento dei colori per quanto riguarda la tinteggiatura esterna non dipende solo dai gusti degli inquilini ma anche e soprattutto dalla normativa del comune in cui si trova l'immobile.

    Generalmente, in fase di preventivo per la tinteggiatura della facciata, il prezzo del materiale non è incluso nel costo al metro quadro, ma individuare il tipo di pittura può essere fondamentale per calcolare la retribuzione oraria del professionista che svolgerà il lavoro.

    Alcuni tipi di vernice richiedono infatti un maggior numero di passaggi per ottenere un risultato ottimale, altri invece necessitano dell'applicazione di impregnanti che incidono sulla durata della lavorazione non meno di altri fattori.

    In generale, il consiglio è di farsi guidare da un esperto nella scelta dei giusti materiali e degli eventuali trattamenti da prevedere per far sì che la facciata rimanga in buono stato il più a lungo possibile. 

    Il mercato offre tantissime soluzioni di pittura per esterni per rispondere alle diverse esigenze e, in particolare, per garantire:

    • traspirabilità
    • impermeabilità 
    • durata
    • brillantezza

    Per pareti ad alta porosità, per esempio, è consigliabile utilizzare una vernice acrilica, caratterizzata da un basso assorbimento e bassa traspirabilità in quanto aderisce perfettamente al supporto su cui si applica. 

    Dopo aver fatto tutte queste valutazioni si può quindi passare alla scelta del colore.

    La tinteggiatura silossanica per esterni

    tinteggiatura silossanica per esterni operaio al lavoroLa tinteggiatura silossanica per esterni è ideale per località in cui si registrano giornalmente e annualmente forte escursioni termiche

    La pittura silossanica è particolarmente indicata per facciate esposte a forti escursioni termiche: ha un basso assorbimento ma un'alta traspirabilità che consente di respingere l'acqua proveniente dall'esterno permettendo all'umidità interna di fuoriuscire.

    Le pitture ai silicati hanno un'ottima resistenza agli agenti atmosferici grazie alla loro composizione a base minerale e risultano tra le più indicate per la tinteggiatura delle facciate.

    Le pitture a base di calce, invece, permettono di ottenere un effetto "mosso" che può dare alla facciata un tocco di stile donando un aspetto antichizzato alle pareti.

    Tinteggiatura casa esterna e numero di piani: un aspetto da non sottovalutare

    Un ulteriore aspetto da non sottovalutare, oltre la superficie, è l'altezza della facciata.
    Per consentire ai pittori edili di raggiungere i piani più alti, infatti, sarà necessario montare un ponteggio che presuppone, oltre il costo dell'attrezzatura, una serie di adempimenti volti a garantire il rispetto della normativa in termini di sicurezza sul lavoro.

    Tinteggiatura della facciata: manutenzione ordinaria o straordinaria?


    La domanda è assolutamente lecita e non banale in quanto la normativa precisa che si parla di manutenzione ordinaria solo nel caso in cui si dia una rinfrescata alla facciata senza alterare la tonalità della tinta e senza intervenire con lavori di rimozione dello strato superficiale di intonaco.

    In tutti gli altri casi, invece, possiamo far rientrare tra gli interventi di manutenzione straordinaria la tinteggiatura esterna di un'abitazione. 

    Questo articolo ti è stato utile?


    Quanto costa ristrutturare casa?
    Con Ristrutturazioni.com® puoi confrontare 3 preventivi gratuiti delle migliori ditte della tua zona.

    I nostri utenti hanno valutato Ristrutturazioni.com® un servizio Facile, Veloce ed Eccezionale!
    • Fai una richiesta
    • Confronta Preventivi Reali
    • Scegli il professionista
    Richiedi Preventivi

    Ti potrebbe interessare anche

    Arredamento giardino: così la casa sembrerà più grande

    Sei in cerca di idee per l'arredamento degli esterni? Dal letto dondolante all'orto verticale: ecco qualche suggerimento pratico e 5 idee da copiare subito

    Rivestimenti: oltre 100 modelli per ogni ambiente della casa

    Vuoi cambiare le piastrelle del bagno o della cucina ma non sei del settore? Scopri quanto costa e quali sono i materiali più pratici e di tendenza

    Computo metrico estimativo: che cos'è e come si calcola

    Guida alla compilazione del documento indispensabile per definire il costo di una costruzione oppure di una ristrutturazione edilizia. Dai dettagli tecnici ai software gratuiti: tutto quello che c'è da sapere

    Detrazioni fiscali ristrutturazioni 2019

    Tutto sul bonus dell'anno in corso e sulle possibili soluzioni per accedere agli sgravi fiscali. Scadenze e informazioni aggiornate all'ultima Legge di Bilancio

    Valore immobile: 10 tipi di ristrutturazione che lo fanno lievitare

    Una buona ristrutturazione, strategica e ben progettata, è sempre la soluzione ideale per far crescere il prezzo di una casa. Ecco 10 piccoli investimenti che si riveleranno una risorsa

    Vetrate scorrevoli: foto, consigli e prezzi modello per modello

    Dalle finestre panoramiche ai modelli saliscendi o a ghigliottina: tutto sul complesso mondo degli infissi a scomparsa per valorizzare la casa sfruttando al meglio la luce naturale

    Case in legno: ecco perché sono amiche del risparmio

    Quanto costa una casa in legno? Quanto dura e quali sono i vantaggi? Ecco una mini guida che ti aiuterà ad orientarti nel settore della bioedilizia

    Fotovoltaico: come funziona e perché conviene installarlo

    Abbatti i costi in bolletta e produci energia in modo autonomo, sostenibile e conveniente grazie ai pannelli solari