bonus verde giardini pensiliCome fare per accedere alle agevolazioni messe a disposizione dallo Stato per il restyling di giardini pensili e aree verdi.

Prorogato il bonus verde: che cos'è e come funziona


Utenti che ritengono che questo articolo sia utile: 2Pubblicato il 12-12-2019 da La Redazione

Tabella dei contenuti

    Il bonus verde è uno sgravio fiscale concesso dallo Stato a chi deve ristrutturare aree verdi, giardini pensili e non solo.

    La detrazione bonus verde è stata istituita nel 2018, poi prorogata nel 2019 e, infine, confermata nel 2020.

    Attualmente prevede la restituzione del 36% delle spese sostenute, fino a un tetto massimo di 5mila euro.

    Il rimborso avviene in fase di dichiarazione dei redditi, si parla infatti di rimborso Irpef, in 10 rate annuali di pari importo.

    Ti sembra una buona opportunità? Invia subito una richiesta sul nostro portale cliccando qui e inizia a confrontare preventivi per dare il via ai lavori. 

    Bonus verde 2020: gli interventi ammessi

    Essendo sostanzialmente una proroga del bonus verde 2018 e del bonus verde 2019, gli interventi ammessi sono: 

    • sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni
    • impianti di irrigazione
    • realizzazione di pozzi
    • realizzazione di coperture a verde
    • giardini pensili


    Il totale su cui si calcola la detrazione - specifica la guida bonus verde dell'Agenzia delle Entrate - è comprensivo delle eventuali spese di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi.

    La conferma definitiva, anche se alcuni aspetti sono ancora in fase di definizione, è stata il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Teresa Bellanova.

    Perché si parla di bonifico bonus verde?

    Si parla erroneamente di bonifico bonus verde perché, per poter godere della detrazione, il pagamento delle spese per la ristrutturazione del giardino deve avvenire attraverso strumenti che consentono la tracciabilità delle operazioni (per esempio, bonifico bancario o postale).

    Bonus Verde 2020: chi interessa?

    Proprio come nei due precedenti anni possono beneficiare del bonus verde 2020 chi possiede o detiene, sulla base di un titolo idoneo, l’immobile oggetto degli interventi e che ha sostenuto le relative spese.

    Il bonus, sostanzialmente, non spetta a chi è in affitto e vuole migliorare il suo giardino pensile o il terrazzo, per esempio, ma solo ed esclusivamente al proprietario dell'immobile.

    Alla luce di quanto esposto il massimo importo rimborsaibile è 1.800 € corrispondenti al 36% di 5.000 €, restituibili in 10 rate da 180 € l'una.

    Agenzia delle entrate: ulteriori chiarimenti sul bonus verde

    Il bonus verde spetta anche per le spese sostenute per interventi eseguiti sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali, fino a un importo massimo complessivo di 5.000 euro per unità immobiliare a uso abitativo. In questo caso, ha diritto alla detrazione il singolo condomino nel limite della quota a lui imputabile, a condizione che la stessa sia stata effettivamente versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi.

     

     

     

    Questo articolo ti è stato utile?


    Quanto costa ristrutturare casa?
    Con Ristrutturazioni.com® puoi confrontare 3 preventivi gratuiti delle migliori ditte della tua zona.

    I nostri utenti hanno valutato Ristrutturazioni.com® un servizio Facile, Veloce ed Eccezionale!
    • Fai una richiesta
    • Confronta Preventivi Reali
    • Scegli il professionista
    Richiedi Preventivi

    Ti potrebbe interessare anche