Coperture coibentate per tetti:
preventivi e prezzi sull'isolamento termico

La coibentazione del tetto è il primo passo per massimizzare l'isolamento termico della tua casa. In inverno, infatti, gran parte delle dispersioni di calore, che si traducono in un grave sperpero di denaro, sono dovute proprio alle criticità strutturali della copertura. Per le stesse motivazioni, rinfrescare casa d'estate può diventare particolarmente dispendioso. Esistono diverse tecniche per migliorare l'isolamento termico del tetto, un esperto è in grado di individuare la soluzione migliore per la tua casa. Confrontando più preventivi su Ristrutturazioni.com sarà possibile ottenere un lavoro eseguito a regola d'arte al miglior prezzo.

Isolamento termico del tetto: tecniche e soluzioni

Una buona coibentazione del tetto è quella che viene progettata ad hoc per il tipo di abitazione da isolare. Non esistono, quindi, tecniche migliore o più economiche in assoluto. Del resto, più all'avanguardia sarà il sistema ideato maggiore sarà il risparmio energetico ottenuto. Va da sé che dedicare tempo e risorse a una buona progettazione del sistema di coibentazione è un buon investimento. I tetti, del resto, non sono tutti uguali e ognuno presenta delle specifiche imprescindibili. In caso di coperture piane, per esempio, si tende a posizionare l'isolante al di sotto dello strato impermeabilizzante. In questa maniera i pannelli che garantiscono la coibentazione vengono a loro volta protetti dalle escursioni termiche e dalle sollecitazioni meccaniche legate alle intemperie. La stessa operazione diventa sensibilmente più complessa quando si tratta di isolare un tetto piano calpestabile (terrazza). In questo caso diventa infatti indispensabile realizzare anche un manto impermeabile che ostruisca il passaggio del vapore acqueo (la cosiddetta barriera al vapore). Quest'ultimo, altrimenti, non trovando sfogo a causa del manto impermeabile, potrebbe concentrarsi in quantità tali da condensare e intaccare lo strato isolante. Ecco spiegato il perché, in fase di preventivo, una coibentazione per tetto calpestabile può risultare più costosa rispetto a un isolamento tradizionale.

Tutti i materiali per la coibentazione del tetto

Per quanto riguarda la coibentazione, uno dei materiali di cui si sente maggior parlare è la lana di roccia. Se si è interessati a questo tipo di intervento è importante sapere che non è ideale per tetti con struttura inversa, ovvero coperture in cui lo strato isolante si trova sopra quello impermeabilizzante. Ma non solo, è fondamentale che sia stata presa in considerazione anche una buona ventilazione. Questo perché il calore riflesso deve avere una via di fuga, una sorta di canale in cui l'aria calda possa circolare per convezione (in questo modo si limiterà il surriscaldamento nei mesi estivi). D'altro canto, la lana di roccia offre moltissimi aspetti positivi come la resistenza al fuoco e all'umidità e la fonoassorbenza (limita al minimo il rimbombo). Per valutare l'efficacia dei materiali utilizzabili per la coibentazione del tetto, l'indice da tenere a mente è la trasmittanza termica che si misura in mq/KW. Alla luce di questi ragguagli, altre soluzioni da valutare sono i feltri di lana minerale, l'aerogel (0,015 mq/KW), e la schiuma poliuretanica, oppure, volendo utilizzare dei pannelli al posto della soluzione della schiuma, il poliuretano basso spessore (0,023 mq/KW) e il polistirene espanso estruso (conosciuto anche con l'acronimo XPS - 0,038 mq/KW). Altri materiali, utilizzati però più per i cappotti esterni che per l'isolamento del tetto, sono il sughero (0,04 mq/KW) e la fibra di legno (0,043 mq/KW). Quest'ultimo è un isolante naturale ideale anche per le mansarde abitabili che viene poi coperto con pannelli di legno o cartongesso sui quali si effettua una rasatura ad intonaco. C'è inoltre grande differenza tra la coibentazione di un tetto abitabile a falde oppure di una mansarda non abitabile il cui costo è sicuramente inferiore.

Quanto costa coibentare il tetto?

Come abbiamo visto, con il termine coibentazione si fa genericamente riferimento ai sistemi di isolamento del tetto ma, in effetti, anche la parte strutturale e la copertura hanno un ruolo fondamentale per ridurre al minimo le dispersioni di calore. Possiamo dire, dunque, che il costo dei pannelli isolanti varia dai 15 ai 35 euro al metro quadrato a seconda della scelta dei materiali ma che, per un lavoro a regola d'arte, sarà necessario fare anche una serie di valutazioni riguardanti la parte strutturale, la copertura e, più in generale, l'isolamento dell'intera abitazione. Un esempio banale ma significativo? La scelta stessa delle tegole contribuisce a un buon isolamento. Un altro capitolo di spesa piuttosto rilevante, quando si decide di coibentare il tetto, è il costo della manodopera. A seconda della zona in cui vengono eseguiti i lavori e del tipo di edificio bisognerà considerare una somma compresa tra i 30 e i 35 euro/mq. Si tratta infatti di un lavoro che non solo richiede un alto livello di specializzazione ma che può essere anche complesso da eseguire essendo il tetto la parte più difficilmente raggiungibile della casa. Il tariffario, ad ogni modo, varia molto in base al tipo di intervento: un isolamento della copertura dall'interno è considerato infatti più economico 15-35 euro/mq rispetto a un isolamento dall'esterno 15-35 euro/mq. Nel primo secondo caso si ottiene un risparmio energetico del 30% mentre nel primo si riesce a raggiungere circa il 20%. La coibentazione del tetto, insomma, può essere un intervento anche costoso ma sarà sempre direttamente proporzionale al risparmio.
Coibentazione Tetto
Con Ristrutturazioni.com puoi richiedere velocemente preventivi e sopralluoghi gratuiti per i tuoi lavori in casa.
Confronta i prezzi di 3 professionisti della tua zona.
Ricerche frequenti

News: ristrutturare casa nel modo migliore