Preventivi e costi ristrutturazione mansarda

La ristrutturazione della mansarda è un tipo di intervento guardato sempre con grande interesse da chi ha bisogno di nuovi spazi ma non vuole cambiare casa. Questo ambiente spesso viene utilizzato come luogo di deposito ma, se progettato a dovere, può trasformarsi in un luogo intimo e confortevole se non addirittura in una mini casa in cui ospitare parenti e amici. Ecco, quindi, qualche consiglio utile e un elenco di fattori da tenere in considerazione per calcolare tempi e costi di ristrutturazione quando si ha intenzione di rivoluzionare la mansarda di casa.



Ristrutturazione mansarda: consigli per la richiesta di preventivo

I costi e i tempi di ristrutturazione della soffitta possono variare molto in base al tipo di intervento che si ha in mente. C'è per esempio chi vuole rendere l'ambiente più funzionale ma continua ad utilizzarlo come deposito e chi, invece, ambisce a trasformare la vecchia mansarda in una confortevole stanza se non, addirittura, in un mini appartamento. Qualunque sia l'esigenza di chi si attinge a commissionare il restyling le prime valutazioni da fare riguardano la copertura. Il tetto è infatti la parte più importante, anche al livello energetico, e deve essere sistemato in maniera da evitare ogni possibile dispersione di calore.

Per la trasformazione del sottotetto occorre inoltre tenere in considerazione le normative che fissano due parametri: altezza minima e altezza media ponderale. Ciò vuole dire che non si può realizzare un ambiente troppo basso anche se sarà ad uso di bambini o di persone per le quali non è un problema dormire in spazi angusti. Questi parametri variano da regione a regione ma, facendo una media tra nord e sud Italia, l'altezza minima ammessa si aggira attorno ai due metri e mezzo.

Un esperto, in base alla misurazione dell'ambiente, alla regione e al comune in cui si trova il locale da ristrutturare, sarà poi in grado di misurare l'altezza ponderale e le diverse possibilità di intervento. Il secondo elemento da valutare è poi l'eventuale realizzazione o ristrutturazione del bagno. Nel recupero di un sottotetto lo spazio dedicato ai servizi igienici va ripensato completamente. Si tratta comunque di un aspetto imprescindibile in quanto, anche se la nuova mansarda sarà una stanza e non un appartamento, potrebbe risultare piuttosto scomodo raggiungere sempre il bagno ubicato, per esempio al piano di sotto.

Si potrebbe optare per una soluzione minimal, per esempio senza doccia, ma si tratta comunque di un intervento da prendere in considerazione. Il motivo per cui, talvolta, una mansarda dalle grandi potenzialità perde fascino è da addebitare ad un cattivo utilizzo degli spazi. L'inclinazione del tetto rende infatti questo ambiente non completamente utilizzabile. Proprio per questo motivo bisogna ponderare con attenzione il posizionamento dei mobili, meglio se realizzati su misura.


Quanto costa ristrutturare la soffitta

Fare una stima precisa di quanto costa trasformare una soffitta buia e impolverata in una spaziosa e luminosa mansarda non è semplice perché molto dipende dalle condizioni in cui versa l'ambiente. Le statistiche, tuttavia, sono molto incoraggianti e invogliano un numero sempre maggiore di persone ad affrontare questa spesa. Il costo medio, naturalmente dedotto considerando uno stato del tetto non disastroso, è di circa 819 euro al metro quadro.

Il principale vantaggio consiste nel fatto che, una volta ristrutturata, la mansarda assume un valore del 40 per cento in più rispetto al prezzo d'acquisto. Il che è un particolare tutt'altro che trascurabile soprattutto in città come Roma o Milano dove il costo medio di una soffitta da ristrutturare è di oltre 3.000 euro. Un simile aumento del valore del locale, naturalmente, si ottiene se si riesce a bilanciare in maniera adeguata tre aspetti fondamentali per la vivibilità del sottotetto: il clima, i colori e la luce. Adottando un buon sistema di coibentazione termica la mansarda resta infatti fresca e ventilata d'estate ma, allo stesso tempo, calda d'inverno offrendo un'atmosfera davvero speciale.

Un ambiente, insomma, unico rispetto a qualunque altra stanza dell'abitazione. Proprio per questo motivo vale la pena spendere un po' di più per coibentare il tetto e risparmiare in futuro sulla climatizzazione dell'ambiente. È fondamentale, inoltre, combattere il cosiddetto "effetto scatola" ovvero la sensazione di occlusione che investe chi entra in una soffitta mal concepita. Evitare questo spiacevole sconveniente è facile scegliendo colori chiari, tanto per i pavimenti, quanto per gli infissi e la tinteggiatura. Un soffitto realizzato con legno scuro, allo stesso meno, rischia di "abbassare", al meno per quanto riguarda la percezione visiva, una stanza per natura già meno alta effettorispetto a quelle in cui siamo abituati a vivere.

La chiave di volta della ristrutturazione è, infine, la luce: a fronte di un piccolo costo aggiuntivo, le finestre per tetti offrono in questo senso vantaggi davvero notevoli. Di notte per ammirare la volta celeste e di giorno per godere della luce solare, realizzare quante più aperture possibili in una mansarda è sempre positivo. Oltre alla vivibilità della stanza, impossibile non rimanere affascinati dalla possibilità di osservare i fiocchi di neve mentre si riposa sul letto o si lavora seduti su una scrivania sistemata accanto ad un piccolo lucernario. La ristrutturazione mansarda, insomma, è un'operazione piuttosto complessa ma se ben eseguita trasformerà la vecchia soffitta nell'ambiente più suggestivo dell'abitazione.