Privati Imprese

Incentivi Fotovoltaico: tutte le agevolazioni per il tuo impianto

Preventivo incentivi fotovoltaico

Con Ristrutturazioni.com® puoi confrontare in tutta Italia 3 preventivi gratuiti delle migliori ditte della tua zona.

Incentivi Fotovoltaico: bonus e detrazioni possibiliIncentivi Fotovoltaico: bonus e detrazioni possibili.

Valutazione utenti: 3
Pubblicato il 27-09-2023 da Redazione

Tabella dei contenuti

    Iniziamo col dire che, sebbene gli incentivi degli scorsi anni ci abbiamo abituato a pensare alla spesa del fotovoltaico come un intervento "gratuito" grazie al Superbonus (che permetteva di inserire tra gli interventi trainati, ovvero detraibili al 110%, il fotovoltaico compreso di sistema di accumulo) e allo sconto in fattura (che di fatto azzerava l'esborso da parte del cliente accollando l'intero costo alle imprese), non è più possibile godere di questa agevolazione.

    Spieghiamoci meglio. Il Superbonus è ancora attivo ma con delle modifiche sostanziali di cui ti parleremo nei prossimi paragrafi: le aliquote sono scese al 90% per il 2023 e caleranno al 70% e poi al 65% nei due anni successivi, mentre lo sconto in fattura è stato definitivamente abolito dal decreto 11/2023. Che si tratti di un bonus oppure di una detrazione, esistono però diverse possibilità per abbattere il costo di investimento necessario per dotare la propria casa di un impianto fotovoltaico. In questo articolo cercheremo di capire cosa si intende per incentivo per fotovoltaico, fare chiarezza sulla differenza tra bonus e detrazione e sulle aliquote applicabili agli interventi legati al fotovoltaico per il 2023 e per i prossimi due anni, e scopriremo se è davvero possibile avere un impianto fotovoltaico gratis.

    Fotovoltaico incentivi: bonus o detrazione?

    La differenza c'è, ed è sostanziale. Ogni volta che si parla di bonus edilizio, infatti, ci si riferisce a un tipo di agevolazione che consente di ottenere uno sconto sul prezzo dell'investimento e quindi un esborso minore rispetto al dovuto. Bonus fotovoltaico quindi è quel tipo di agevolazione che ti permette di avere il fotovoltaico a costo zero.

    Esiste davvero? Sì, ma non è per tutti (i requisiti sono molto stringenti) ed è in vigore solo per alcune regioni... ma ne parleremo in modo più approfondito nel prossimo paragrafo.

    Torniamo invece alla differenza tra bonus e detrazione. Se con il bonus possiamo risparmiare parte del costo subito, al momento dell'acquisto, nel caso della detrazione ci toccherà sostenere la spesa per intero e solo dopo, in fase di dichiarazione dei redditi, potremo beneficiare dell'agevolazione, detraendo l'importo agevolato nel numero di quote annuali previsto dall'incentivo. Un esempio? Se l'impianto fotovoltaico ha un costo di 10.000€ e l'incentivo consente di detrarre il 50% in 10 anni, pagheremo per intero il costo dell'impianto e potremo detrarre 500€ l'anno.

    Fin qui tutto ok, la detrazione è pur sempre un'agevolazione vantaggiosa. Ma qual è il vero problema? Lo svantaggio della detrazione può verificarsi nel caso in cui non si abbia la capienza fiscale adeguata, ovvero, se la nostra quota irpef da versare è inferiore al credito che abbiamo maturato con l'investimento, di fatto una parte dell'agevolazione viene perduta perché non c'è modo di riscattarla.

    E quindi? Il nostro consiglio è di tenere presente questo dato nel momento in cui dovrai valutare l'effettiva convenienza di un impianto fotovoltaico non dando nulla per scontato, soprattutto riguardo al tempo necessario per recuperare l'investimento.

    Bonus fotovoltaico: tutti i dettagli del ''Reddito energetico''

    Andiamo ora a spiegare precisamente in cosa consiste il Bonus Fotovoltaico. Si tratta di un incentivo a fondo perduto (non anticipi nulla e il costo è interamente coperto dal Fondo nazionale reddito energetico con uno stanziamento di 200 milioni per le annualità 2024-2025 per finalità sociale e ambientale).

    Fantastico! Se questa è stata la tua reazione, ti freniamo subito. Esistono infatti diversi paletti per accedere a l bonus. Per il momento, infetti, è possibile richiederlo solo in alcune regioni di Italia (Lazio, Puglia, Emilia Romagna e Sardegna), è il richiedente deve avere un reddito ISEE non superiore al tetto massimo stabilito da ogni singola regione (che in media è intorno a 15.000 euro ma può essere maggiore in caso di famiglie con almeno 4 figli). Inoltre la potenza dell'impianto varia da un minimo di 2 a un massimo di 6kW a seconda di paramentri prestabiliti.

    Ma in cosa consiste? Ricevi un impianto fotovoltaico a costo zero, utilizzi gratuitamente tutta l'energia prodotta in autoconsumo ma non avrai alcun rimborso dal GSE sulle eccedenze prodotte. Hai però l'obbligo di occuparti a tue spese della manutenzione dell'impianto, per la durata di 20 anni.

    Detrazione fotovoltaico: 50% o 65%?

    Sulla % di detrazione applicabile all'intervento di installazione di un impianto fotovoltaico, è necessario fare chiarezza. A scanso di equivoci diciamo che subito che l'unica aliquota applicabile nel caso di intervento di sola installazione di un impianto fotovoltaico è il 50%, ovvero l'ormai consolidato Bonus Casa, detto anche Bonus Ristrutturazione, che consente una detrazione irpef pari al 50% della spesa sostenuta, detraibile in 10 quote annuali, con un tetto massimo di spesa di 96.000 euro. Sono agevolabili tutti i costi relativi alla progettazione e installazione dell'impianto, comprese le spese accessorie, i sistemi di accumulo e i sistemi di monitoraggio e ottimizzazione della produzione di energia. Ne parliamo ampiamente in questo articolo

    E l'Ecobonus? La detrazione al 65%, meglio conosciuta come Ecobonus non si applica in caso di fotovoltaico perché ha come focus le spese inserenti il miglioramento della classe energetica dell'abitazione (vi rientrano infatti l'isolamento termico a cappotto, la sostituzione della caldaia e l'installazione di una pompa di calore e di pannelli solari termici per la produzione di acqua calda) e non gli interventi per la produzione di energia rinnovabile.

    Superbonus per Fotovoltaico: cosa è cambiato?

    Come anticipato all'inizio di questa guida agli incentivi sul fotovoltaico, non è più possibile usufruire della detrazione al 110%. Il Superbonus ha infatti subito diverse modifiche nel corso del 2023 e attualmente consente di detrarre il 90% delle spese dell'impianto fotovoltaico in 4 quote annuali a patto che l'impianto fotovoltaico sia installato in concomitanza con almeno uno degli interventi riconosciuti come trainanti e che l'immobile abbia un miglioramento di almeno 2 classi energetiche.

    Come risparmiare sul costo del Fotovoltaico

    Con questa panoramica sulle diverse tipologie di incentivi per abbattere i costi di investimento per l'installazione del fotovoltaico, sicuramente avrai le idee più chiare. Se però vuoi sapere davvero come risparmiare sappi che l'unico modo è una perfetta combinazione tra le agevolazioni fiscali e una buona offerta commerciale. A tal proposito ti ricordiamo che Ristrutturazioni.com ha stretto delle partnership con i principali player italiani ed europei per aiutarti ad acquistare e installare il fotovoltaico al miglior prezzo, garantendoti un servizio di qualità e tempestivo. Richiedi qui un'offerta per i pannelli fotovoltaici e richiedici una consulenza gratuita.

     

    Questo articolo ti è stato utile?