Posa pavimento in resina: quanto costa e come risparmiare

La posa pavimento in resina è guardata con grande interesse non più soltanto per la realizzazione di impianti sportivi, centri commerciali e ospedali ma anche per abitazioni moderne e innovative che strizzano l'occhio alle nuove tendenze. A differenza delle tradizionali piastrelle, questo materiale non viene, come si suol dire, posato, ma steso e livellato con una spatola. Proprio per questo motivo il pavimento in resina risulta, non solo veloce da realizzare ed economico, ma anche estremamente versatile. Per conoscere i prezzi specifici relativi alla tua abitazione ma anche tutti i pregi e i difetti di questo materiale contatta gli esperti di Ristrutturazioni.com e confronta più preventivi per ottenere un ottimo lavoro a basso costo

Tutti i prezzi e i vantaggi dei pavimenti in resina

La resina non deve essere vista come un materiale economico pensato esclusivamente per risparmiare. Negli ultimi anni questa tecnica è infatti diventata di grandissima tendenza e non solo per abitazioni in stile industrial. La resina è infatti oltremodo versatile nonché capace di adattarsi a qualunque tipo di esigenza. Non è più necessario, insomma, cercare per mari e per monti le piastrelle dello stesso colore degli arredi o delle pareti perché, con questo materiale, si può ottenere velocemente qualunque sfumatura o colore.

Il vero vantaggio economico della resina, tuttavia, consiste nel fatto che può essere posata su ogni tipo di superficie. Supponiamo, per esempio, di voler cambiare lo stile di un ambiente open space da classico a industrial: non sarà più necessario rimuovere tutte le mattonelle ma basterà posare la resina sulla pavimentazione preesistente. Si ottiene in questo modo un piano monolitico ovvero senza fughe né fastidiose giunture, peraltro facilissimo da pulire e da gestire. Non è un caso se questo tipo di pavimento, le cui proprietà sono inoltre elevatissime dal punto di vista della resistenza meccanica, viene da sempre scelto per stabilimenti industriali o ospedali.

Benché molto resistente, lo spessore dello strato di resina è di circa 4 mm: ecco spiegato il perché la posa può essere eseguita anche senza la rimozione delle precedenti mattonelle. Per quanto riguarda i costi, va detto che esistono diverse tipologie di materiale alle quali corrispondono prezzi differenti. I pavimenti in resina spatolati, per esempio, si aggirano attorno a una cifra compresa tra i 40 e i 60 euro. I cosiddetti autolivellanti, invece, costano circa il doppio. Particolarmente interessanti, non solo per abitazioni ma anche per attività commerciali, sono i pavimenti in resina spatolati con decorazioni artistiche il cui prezzo medio è compreso tra i 60 e i 90 euro.

Top di gamma, con un prezzo che raggiunge i 120 euro al metro quadro, è invece la resina autolivellante con lavorazioni artistiche. Gli amanti delle tinte unite potranno quindi ottenere un pavimento semplice a basso prezzo, chi predilige le decorazioni potrà invece sbizzarrirsi nella ricerca di soluzioni pratiche e difficilmente ottenibili con altri materiali. Altamente sconsigliato in questo settore il fai da te perché, più che per ogni altro tipo di posa, la resina richiede valutazioni preventive di fondamentale importanza come il tipo di supporto o la miscelazione degli elementi.

Resina per pavimenti: ecco perché è ideale anche per la casa

Di quanto sia facile posare e pulire un pavimento in resina abbiamo già parlato, così come del minor costo, ma in realtà i vantaggi di questo materiale sono anche molti altri. Potendo pulire a fondo un'unica superficie ampia e liscia è infatti possibile prevenire eventuali muffe che in zone molto umide danno filo da torcere ai migliori professionisti del settore. La facilità con cui è possibile ridurre la presenza di germi e batteri in casa rendono questo materiale ideale per abitazioni in cui risiedono bambini ma anche simpatici amici a quattro zampe.

Buone notizie anche per chi aveva contemplato la possibilità di installare un riscaldamento a pavimento in quanto la resina, il cui spessore come abbiamo detto si attesta attorno ai 4 mm, è ideale anche in questo caso. La rimozione della resina è un'operazione facile ma non tanto quanto la posa: è bene sapere dunque che per rifare il pavimento è preferibile affidarsi a una ditta specializzata che abbia in dotazione macchinari con cui eseguire tale intervento in maniera veloce e precisa. È importante sapere, tuttavia, che quando sulla superficie cominciano a fare la loro comparsa i segni del tempo, probabilmente non è ancora arrivato il momento di rifare tutti i pavimenti. Esistono infatti delle tecniche per lucidare e riportare al loro antico splendore questi materiali.

La resina è anche ideale per rivestimenti verticali e può addirittura essere stesa in continuità tra pareti e pavimenti. Non è tutto: tale materiale è infatti idoneo anche a rivestire docce, bagni, complementi d'arredo e mobili. Quanto dura un pavimento in resina? Beh, naturalmente dipende dalla qualità del materiale scelto: potenzialmente potrebbe essere eterno ma dipende naturalmente dall'uso che se ne fa. Oggetti contendenti potrebbero graffiare la superficie che, però, può essere facilmente ed economicamente riparata.

Anche in questo settore la possibilità di scelta è praticamente infinita e non solo in termini di colore: esistono infatti materiali ignifughi, antiscivolo, lucidi o addirittura antistatici, tutti perfettamente impermeabili. Una buona posa pavimento in resina, insomma, offre innumerevoli vantaggi a un prezzo contenuto e risulta ideale anche per la casa.